GEMELLAGGIO CHARENTON- LE- PONT BORGO VAL DI TARO

Dal 20 al 25 marzo 2019, 24 alunni delle classi seconde e terze, si sono recati a Charenton-Le Pont, il paese gemellato con Borgo Val di taro. I ragazzi italiani sono stati accolti con grande entusiasmo e calore sia dagli studenti che dalle loro famiglie. Questa nuova esperienza ci riporta indietro di oltre 2000 anni quando un piccolo villaggio della Gallia, Arlon, dopo varie resistenze, cedette all’avanzata romana, riuscendo a creare la prima esperienza europea di scambio culturale, se cosi si può dire! E’ la prima volta che i nostri studenti si confrontano con coetanei che hanno nel loro curriculum non solo la lingua francese e/o inglese ma anche lo studio della lingua italiana. Il ruolo eccezionale dell’insegnamento e della salvaguardia di queste materie sottolinea l’importanza delle nostri radici comuni.

In un’atmosfera cordiale e gioiosa, è stato possibile visitare i luoghi più significativi della Francia: LA CATHÉDRALE NOTRE-DAME DE PARIS , LE PANTHÉON LE

QUARTIER LATIN , LE JARDIN DU LUXEMBOURG, LE CHÂTEAU DE VERSAILLES.

Questa densa settimana ha dato agli studenti la possibilità di immergersi nella vita quotidiana delle famiglie francesi e di frequentare le lezioni in lingua francese.
Tutti si sono comunque divertiti: le famiglie erano tutte cordiali e disponibili, li hanno fatti sentire come loro figli fino all’ultimo secondo, li hanno salutati e dato il buongiorno, preparato il pranzo e la cena e soprattutto li hanno accolti nelle loro case con grande affetto. Auguro un’esperienza del genere ad ogni singolo studente, poiché questi scambi culturali ampliano la conoscenza personale e aprono la mente a nuove idee sul futuro che possono essere progetti di vita o semplicemente un posto confortevole dove stare. Un momento fondamentale del viaggio è stato l’ accoglienza al comune di Charenton. Il Sindaco ha ricevuto i nostri ragazzi spiegando l’importanza di questo gemellaggio, ribadendo che esso ha come obiettivo di favorire lo scambio di idee, di esperienze e di culture, di rafforzare la comprensione e l’apprezzamento della cultura francese e di quella italiana, di realizzare progetti educativi congiunti (arte, cinema, teatro, storia), di migliorare le competenze linguistiche degli alunni (in francese e in italiano).
La sfera emotiva di queste iniziative va ben oltre il semplice viaggio di istruzione. I legami che i nostri ragazzi riescono a stabilire con i loro coetanei d’oltralpe costituiscono la base di una cittadinanza europea concreta.
Ringrazio la mia collega francese professoressa Karine Miarini che ci ha dato la possibilità di visitare dei posti magnifici proponendo questo scambio e ringrazio anche le famiglie che ci hanno accolto in questo fantastico viaggio.
La bellissima serata finale ha permesso di concludere questa magnifica esperienza.

Si ringrazia il nostro dirigente, Dott. Claudio Setti da sempre fervente sostenitore di queste attività culturali il quale ci incoraggia e ci sostiene durante le varie fasi degli scambi culturali.
Un ringraziamento particolare va ai genitori sia italiani che francesi. La loro collaborazione e disponibilità è stata indispensabile per la riuscita di tale progetto.

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO CHARENTON (1)