18 Maggio 2019 62° Premio Bancarellino – Pontremoli (MS)

Sabato 18 Maggio 2019, le classi 2B e 2C, accompagnate dalle insegnanti Dellapina, Melli, Savastano e Simonelli, si sono recate a Pontremoli, in occasione del 62° Premio Bancarellino, come avviene da ormai molti anni.

Poiché il tempo era piovoso la manifestazione è stata fatta all’interno del Palazzetto dello Sport, ma l’entusiasmo dei ragazzi era ugualmente tanto, a dimostrazione che” il libro” e “l’amore per la lettura , non tramontano mai, ma riescono, in una giornata cosi piovosa, a coinvolgere più di 1000 ragazzi.

La vita di tutti i giorni è profondamente mutata, con ritmi sempre più sfrenati, e la lettura è a poco a poco messa da parte, fino quasi a scomparire. Questo è forse uno degli errori più grandi della società attuale perché un libro è una fonte di arricchimento non solo culturale, ma anche intellettivo, sociale etico e morale.

Ci sono libri che rimangono per sempre dentro di te, costituiscono il tuo bagaglio culturale, ma anche emotivo e sociale. Nessun libro è migliore dell’altro, ma esistono libri che sanno trasmettere qualcosa in più, sono diversi da tutti gli altri che hai letto, li senti emozionanti e ricchi di significato.

Ogni libro contribuisce in qualche modo a renderci una persona migliore, a cambiare il modo stesso di intendere la vita e di viverla.

La giornata è cominciata alle 10.00

Tutti i ragazzi erano seduti sulle scalinate del Palazzetto dello Sport, in attesa che gli autori presentassero i loro libri.

I 5 finalisti sono:

‘Gemelle’ di Giulia Besa (Giunti editore)

‘Ogni stella lo stesso desiderio’ di Laura Bonalumi (Il Battello a vapore),

‘Le ragazze non hanno paura’ di Alessandro Ferrari (Dea),

‘In viaggio con Amir. Storia di un sogno’ di Melania Soriani (Leucotea),

‘Susanna e gli orchi’ di Mariella Ottino e Silvio Conte (Albe edizioni)

Ogni autore ha presentato il proprio libro spiegando le motivazioni per cui è stato scritto ed alla fine, alcuni alunni hanno avuto l’opportunità di far loro delle domande ed anche due alunne, una di 2C, Elisa Stoto ed una di 2B, Sabrina Secu, hanno potuto vivere l’emozione di vedere e di parlare con gli autori dei libri che hanno letto durante l’anno.

In tarda mattinata sono state allestite le 5 urne per votare il libro vincitore.

Dopo la votazione, affamati, siamo andati in pizzeria, una pizzeria nel centro di Pontremoli, dalla quale era possibile osservare il bellissimo Castello del Piagnaro e il Campanone, simboli della città.

I ragazzi si sono riposati e poi nel pomeriggio, dopo un breve giro bagnato, nel centro storico, siamo ritornati al Palazzetto dello Sport, per la votazione finale.

Prima della votazione ci sono stati due collegamenti molto belli, uno con la Scuola Media di Favignana ed uno con Giusy Versace.

I ragazzi di Favignana, non potendo essere presenti, data la lontananza, hanno potuto ascoltare, votare i libri in diretta e salutare tutti i ragazzi presenti all’interno del Palazzetto.

Giusy Versace è un’atleta paralimpica e ballerina conosciuta anche per la vittoria al programma televisivo Ballando con le Stelle di qualche anno fa. Dopo un primo libro autobiografico che raccontava il suo incidente, Giusy scrive un piccolo racconto illustrato per bambini, “Wonder Giusy”, in cui interpreta una supereroina speciale. Le protesi di Wonder Giusy le permettono infatti di volare e di sfoderare tantissimi altri superpoteri, consentendole non solo di oltrepassare i suoi limiti, ma anche di riscoprire quelle qualità che vanno oltre la propria disabilità.
Una storia semplice ma senz’altro efficace nel messaggio di ottimismo e positività che si impegna a raccontare, per insegnare ai più piccoli a non sbattere la testa sul muro del proprio limite ma a guardare le infinite possibilità e alternative che la vita ci offre per essere felici.

Dopo i collegamenti, è arrivato il verdetto finale.

Un insegnante del posto, in veste di notaio, ha proclamato il vincitore:

“Gemelle” di Giulia Besa

Un romanzo a metà tra il romance e il thriller psicologico, Besa racconta la storia di Celeste e Vera, gemelle ma completamente diverse, la seconda, chiusa e seriosa, che prende il posto di Celeste e scopre segreti inconfessabili e aspetti imprevedibili delle persone che le stanno accanto. Una lettura rapida, coinvolgente, che racconta con le due protagoniste, pensieri e sentimenti dei ragazzi di oggi, un mondo familiare ma anche originale.

I ragazzi hanno acclamato e dopo, entusiasti, sono andati dagli autori a farsi fare l’autografo sul libro comprato.

Finita la manifestazione, siamo andati in stazione e, aspettando il treno, insegnanti ed alunni si sono confrontati sulla giornata trascorsa insieme e, si può dire, che il Bancarellino compie veramente dei miracoli, riesce a coinvolgere e a spronare alla lettura tutti e a fare capire che in ogni libro c’è un regalo, dietro ogni pagina, ogni lettera è nascosto un insegnamento, che non è uguale per tutti.

La magia della lettura è proprio questo, quello di regalare sensazioni autentiche a persone così differenti tra loro.